Archivio di giugno 2015

SUPERANDO ANCHE IL BERGAMO SIAMO A NOVE SU NOVE.

I nostri cadetti superano senza problemi anche il Bergamo e raggiungono quota nove vittorie su nove.

In tutta onestà quella giocata nel pomeriggio di sabato 13 giugno al Saini di Milano non é stata una gran partita, anzi. Anche per demerito nostro. Evidentemente quella di conservare l’ imbattibilità non é stata una motivazione sufficiente a caricare i nostri ragazzi: poca concentrazione, niente tensione, un po’ troppa superficialità, diverse assenze.

Il Bergamo cerca di partire forte già dal primo attacco e piazza due corridori agli angoli ma i nostri sfoderano subito un dopopio gioco in prima e terza base che, con un out in prima, chiude la parte alta dell’ inning con un nulla di fatto. Il 1° inning si chiuderà sul 2 a 0 per i nostri. Un triplo di Francesco Brega, in seconda base sin dall’ iniziò, una valida di Ricki Manzoni giunto di rinforzo dagli allievi, un fuori capo interno di Leo Paone e un’ altra valida di F. Brega ritornato in battuta, fissano il punteggio alla fine del 2° inning sull’ 8 a 0.

La partita, complice anche la pioggia, a questo punto si addormenta e si trascinerà fino alla fine senza grosse emozioni a parte qualche bella giocata modello aspirapolvere di F. Bonzi in prima base, altre due valide di F. Brega, in stato di grazia, un doppio di L. Paone, due valide delle “riserve” Stefano Podgornik e Mattia Gandolfi, un’ altra di Ricki Manzoni e altre due dei “titolari” Noah Sidoti e Andrea Capellano.

Risultato finale 17 a 6 per l’ Ares.

L’ assenza di diversi “titolari” ha dato modo di giocare sin dall’ iniziò alle riserve ed é da loro che, francamente, si sono viste le cose migliori.

Sabato prossimo i nostri sono di riposo e si cimenteranno, con genitori, allenatori ecc. con salamelle costine pizzette e “schifezze” varie tanto per non perdere l’ abitudine.

I NOSTRI CADETTI SONO CAMPIONI DI LOMBARDIA !!!

Battendo gli Old Rags di Lodi e grazie alla vittoria del Milano 46 sul Bollate i cadetti Ares, per la prima volta nella storia della società, si laureano campioni di Lombardia e con ben tre giornate di anticipo.

Ma andiamo per gradi:

Sabato 6 giugno alle ore 16,00 sul campo del Saini di Milano la nostra squadra cadetti, che si trova imbattuta in testa al campionato, si appresta ad affrontare, in una partita che si preannuncia assai difficile, la seconda in classifica: gli Old Rags di Lodi.

I ragazzi, e non solo loro, sono tesi; sentono l’ importanza dell’ appuntamento. Qualcuno a bassa voce dice: “è la prima volta che gioco una partita così importante” e non é uno dei nuovi. La giornata é splendida e fa veramente caldo ma la concentrazione é massima.

La formazione partente é quella classica, quella che ha vinto otto partite su otto e che vede Leonardo Paone sul monte di lancio e Mattia Baraldo come ricevitore. Francesco Bonzi in prima base, Gabriel Real in seconda, Federico Pagani in terza e Andrea Capellano all’ interbase. All’ esterno centro si schiera Noah Sidoti, a sinistra Andrea Iannacone e a destra Emanuele Cocuzza. In panchina siedono Matteo Siliprandi, Mattia Gandolfi, Michele Placucci e Stefano Podgornik.

Subito al 1°inning i nostri mettono in chiaro le cose: l’attacco del Lodi, che come squadra ospite parte per prima, viene subito neutralizzato con un out al volo e due in prima base. I nostri invece riempiono le basi e vanno a segno grazie ad una serie di basi ball e, a questo punto, arriva la valida che porta a casa altri due punti. Una battuta presa al volo dagli esterni farà entrare il quarto. L’inning si chiuderà cosi sul 4 a 0 tanto per chiarire che aria tira.

Il 2° inning si chiuderà con un parziale di 3 a 1 per l’ Ares, il 3° con un 1 a 0, il 4° con un altro 4 a 0.

Al 5° inning l’ Ares cambia lanciatore, sul monte sale Gabriel Real e in campo entra Stefano Podgornik. Parziale 2 a 2 per un totale di 14 a 3.

Ci sarà ancora un attacco del Lodi, a tempo scaduto, che vedrà entrare Matteo Siliprandi in seconda base e Mattia Gandolfi all’ esterno e che si concluderà con un nulla di fatto.

Partita facile quindi a dispetto delle attese? Assolutamente no. In barba al tabellone gli Old Rags se la sono giocata! In ben due occasioni hanno riempito le basi e solo grazie a delle belle giocate difensive i nostri sono riusciti a limitare al minimo i danni, giocate difensive ben fatte alle quali si é aggiunto un gran bel lavoro delle mazze: tante valide singole, doppie e due splendide triple. Forse é vero, come sostiene qualcuno a fine partita, che il tabellone é un po’ bugiardo ma questo é quello che ha detto il campo.

Davvero bravi questi ragazzi, i ragazzi di Jimmy, del piccolo grande Afro e di quel Fabione Casiraghi che tanto lavoro ha fatto quando, da allievi, erano affidati alle sue cure.

Più tardi, quando ormai tutti hanno lasciato il campo, arriva la notizia ufficiosa ma da fonte attendibile che il Milano 46 ha battuto il Bollate.

Jimmy prima vuole essere sicuro e chiede conferma, poi il faccione si illumina. Siamo solo in quattro gatti ma andiamo a farci una birra!

 

RESCALDINA SUPERATO SENZA PROBLEMI

Partita senza storia quella che si é giocata sabato 30 maggio sul campo del Saini in un bel pomeriggio di sole e con una temperatura decisamente gradevole.

I nostri cadetti hanno sbrigato la pratica Rescaldina senza problemi: risultato finale 15 a 0.

Il nostro lanciatore, Leo Paone, é partito subito alla grande e cosí l’ attacco, tant’ é che già alla fine del 1° inning il tabellone vedeva un 6 a 0 tondo tondo con un solo out per i nostri. Ricordo che nel campionato Cadetti vige la regola dei 6 punti max. per ogni inning e il limite di tempo massimo di 2 ore e 30.

Nei quattro inning successivi le cose non sono andate molto diversamente nonostante il repentino cambio di lanciatore del Rescaldina e il tabellone ha visto entrare altri 2 punti al 2°, 5 al 3°, altri 2 al 4°. Buon lavoro delle mazze, 7 valide, ma difesa poco impegnata.

Di tutt’ altro tenore sarà invece la sfida di sabato prossimo, 6 giugno, sempre sul campo del Saini di Milano. I nostri giovanotti incontreranno gli Old Rags di Lodi, squadra tosta che ci darà sicuramente filo da torcere. Si prevede una grande partita!